Col. Leonardo Laserra Ingrosso: “Rilanciamo le Attività Concertistiche delle nostre Formazioni”

“Onorato e felice di ricevere il Vostro prestigioso riconoscimento, esprimo la mia più profonda stima e ammirazione per il Parlamento Europeo Ufficio Italia con un sentito “Grazie” al Dott. Carlo Corazza e a News Reminder nella persona del Dott. Paolo Crisafi.

Il premio conferitomi rappresenta una dimostrazione chiara di come la sensibilità nei confronti dell’arte e della musica in particolare sia molto viva negli uomini che rappresentano il nostro Paese in Europa e nel mondo intero, che, in un momento cosi difficile come quello che stiamo vivendo, sottolinea ancor di più l’importanza nel pensare di poter fare riferimento all’arte oltre che alla scienza per combattere una calamità di tali proporzioni. Sensibilità questa amplificata dal fatto che come ben sappiamo spesso l’arte è la prima a pagare le conseguenze di una pandemia e tra le arti la musica in primo luogo e se vogliamo ancor di più precisare, tra le varie manifestazioni musicali, quella dedicata alle Bande Ministeriali risulta essere la più colpita. Luogo comune spesso nell’immaginario collettivo, quello che la Banda musicale rappresenti una sorta di orchestra di minore importanza, pensiero questo, frutto di una mancanza di informazione riguardo al grande contributo artistico e culturale che queste, ormai divenute vere e proprie orchestre di fiati e percussioni, hanno saputo dare all’intera comunità portando la grande musica nelle piazze, in un periodo storico in cui solo grazie a loro la gente comune ha potuto sentir parlare di Donizetti, Bellini, Verdi, Puccini e così via. Grazie davvero quindi per esservi ricordati di noi, di noi che musicisti in uniforme siamo pronti a ripartire con i concerti all’aperto che tanto bene farebbero al pubblico che, un tempo non poteva permettersi di andare a Teatro, per condizione e per situazione e che oggi, pur potendoselo permettere non lo può fare comunque. Questo il mio commento sulla situazione ad oggi che vede la Banda ancora una volta protagonista al servizio dei bisogni del Paese proprio come nel passato solo lei ha saputo fare. Propongo quindi un rilancio su tutto il territorio Nazionale e perché no su tutto il territorio Europeo delle attività concertistiche delle nostre formazioni, famose in tutto il mondo perché di stampo tipicamente italiano grazie alle caratteristiche tecniche (organico strumentale di ben  102 elementi), per attuare la tanto sperata rinascita”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts