Alberto Petrucci: “Come reinventare il nostro Paese, ripartendo dall’immobiliare”

 

Rigenerazione e dello sviluppo infrastrutturale, digitale, immobiliare e in generale economico del nostro Paese.

Nella sua presentazione al Webinar del Comitato “Autori dell’Abitare” di Re Mind Filiera Immobiliare (presieduta da https://paolocrisafi.it/)  del 2 ottobre 2020, il Professore Alberto Petrucci ha esposto le sue personali considerazioni rispetto al tema, più che mai centrale in questo momento di profonda crisi, della rigenerazione e dello sviluppo infrastrutturale, digitale, immobiliare e in generale economico del nostro Paese.

Nel suo intervento, il professor Petrucci è in primo luogo partito dall’individuazione dei punti di maggiore fragilità che caratterizzano il nostro sistema-paese, delle “patologie” che colpiscono determinati settori italiani, così da rintracciare i rispettivi “target” a cui destinare i fondi europei del Recovery Fund.

Nello specifico, Petrucci si è soffermato sul settore dell’immobiliare, distinguendo tre “direttrici su cui imperniare i progetti di lungo termine dell’Europa” e dichiarando però al contempo un “prerequisito” da considerare antecedentemente a tutto: “il rinnovamento delle infrastrutture tradizionali”.

“Come reinventare quindi in questo senso il nostro Paese?”

Ebbene, una prima macroarea di intervento risulta essere, secondo il Professore, la pubblica amministrazione.

Nell’opinione di Petrucci, “il problema della pubblica amministrazione richiede in primo luogo una burocrazia buona, ovvero del capitale umano in linea con le sfide del prossimo futuro”, un capitale umano giovane, formato con le esigenze del lavoro di oggi e in grado di interloquire con il mondo delle imprese odierne.

Al riguardo, in relazione a quanto detto dal Professore, altri due nodi strutturali su cui intervenire in questo settore sono, da una parte, il complesso infrastrutturale, da rinnovare all’insegna della sostenibilità e della digitalizzazione, e, dall’altra, il cosiddetto “modus operandi” della pubblica amministrazione, la sua “forma mentis”, per riformarlo, per rivoluzionarlo, “al fine di scrollargli di dosso quella proiezione verso il formalismo”, eccessivo e spesso sinonimo di stasi.

La seconda area strategica di intervento, nell’ottica di un rilancio del mercato del Real Estate italiano riguarda, secondo Petrucci, il campo dell’innovazione tecnologica.

In particolare, in questo senso, “possiamo individuare tre sotto-segmenti”, dove collocare gli investimenti.

Il primo è nuovamente quello delle infrastrutture, digitali e tradizionali, che in alcuni settori ad alto contenuto tecnologico possono e devono essere rese all’avanguardia.

Il secondo riguarda la qualità del capitale umano, anch’esso, come nella pubblica amministrazione, punto focale sui cui imperniare il cambiamento e il movimento di slancio verso lo sviluppo e la modernizzazione.

Un capitale umano che, nella visione del Professore dovrà essere, “on the job e in grado di interagire con l’intelligenza artificiale”.

Il terzo sotto-segmento su cui investire è quello della ricerca scientifica, di base e applicata, ovvero “condotta al livello di impresa”. A questo riguardo, “è fondamentale che lo Stato effettui degli investimenti in questa direzione”.

L’ultimo ambito, l’ultima macroarea che secondo il Professore dovrebbe essere oggetto di particolare attenzione per le risorse future è infine il patrimonio naturale e storico-artistico del nostro Paese, che dovrebbe andare incontro a una “piena valorizzazione”.

Pertanto, “se noi mettiamo insieme questi tre elementi che sono da un lato le patologie e dall’altro i fattori sui quali bisogna intervenire, e se noi sviluppiamo rispetto a essi dei progetti legati a questi a queste tematiche, penso che il nostro paese possa lasciarsi alle spalle e riemergere in maniera molto positiva dallo shock della pandemia”. Questa, la speranza del Presidente del Comitato “Autori dell’Abitare” Alberto Petrucci, il quale ha inoltre auspicato, per il futuro, un impegno multidisciplinare, concreto e ispirato a una visione olistica della realtà.

 

Total
71
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts