Alessio Parolari: “Semplificazione e chiarezza devono essere le linee guida della Pubblica Amministrazione”

 

In occasione del Think Tank del 15 ottobre promosso da Re Mind Filiera Immobiliare, Alessio Parolari, Head of Devolpment of Vitali S.P.A., ha presentato le iniziative portate avanti dalla sua società, e soffermandosi inoltre sul ruolo che la Pubblica Amministrazione dovrebbe svolgere nell’iter di realizzazione di un’opera infrastrutturale e urbanistica.

Nello specifico, Parolari ha così dichiarato:

“Nonostante il momento di forte crisi la nostra società è riuscita, quest’anno, a portare a termini progetti infrastrutturali importanti. Una controtendenza, quindi, dovuta forse alla risposta sistemica da parte della BCE e della Commissione Europea che ha portato a ricadute positive nell’ambito della logistica e dell’e-commerce.

Stiamo fortemente impegnati in attività di rigenerazione urbana; un esempio in questo senso è il nostro acquisto, a Bergamo, di uno spazio di mezzo milione di metri quadri che sarà sfruttato per realizzare una nuova fetta della città all’insegna della sostenibilità urbanistica.

Un’altra operazione rilevante che stiamo portando avanti in tema di riqualificazione urbana riguarda invece il porto di Genova, dove puntiamo alla rifunzionalizzazione di un immobile storico.

Qui, per esempio, abbiamo riscontrato una risposta molto forte da parte della città, avendo essa una chiara visione del futuro che la attende, e comprendendo l’importanza della leva dell’immobiliare, nel suo impatto, positivo, sul turismo e sul mondo degli uffici.

Laddove, infatti, la Pubblica Amministrazione sostiene, segue e facilita il processo urbanistico, le incertezze legate ai tempi di realizzazione delle opere diminuiscono. Al contrario, quando questa non si assume le dovute responsabilità, gli ostacoli legati agli investimenti e alle tempistiche diventano sempre più numerosi.

Sono quindi necessarie riforme che puntino, da un lato, al far rispettare le tempistiche per l’approvazione degli iter urbanistici, e, dall’altro, a una decisa semplificazione e a una maggiore chiarezza, al fine di garantire risposte efficaci e sicure agli investitori e a tutti coloro che devono collaborare nella realizzazione dell’opera.

Per quanto riguarda poi la stessa attività logistica e dell’e-commerce, stiamo seguendo lo sviluppo di un importante polo logistico, sempre nella città di Bergamo, che vedrà il completamento a breve. Un’operazione simile, nell’ambito della digitalizzazione, ci vede invece impegnati a Melegnano, a sud di Milano.

Infine, sul fronte più propriamente infrastrutturale, stiamo al momento coinvolti nella realizzazione di un’autostrada tra Bergamo e Treviglio, in partnership con uno dei più grossi fondi infrastrutturali al mondo.

Questi progetti sono la prova ulteriore che, quando la P.A. è impegnata responsabilmente e ha una chiara visione dei punti critici e di forza legati allo sviluppo urbanistico di un determinato territorio, questi vengono risolti e le opere condotte a termine.

Anche a prescindere, pertanto, dalla volontà generica di tantissimi attori operanti in questi ambiti, dovrebbe sempre essere il sistema di regole della pubblica amministrazione a porre le linee guida per la realizzazione dei progetti, evitando norme arbitrarie e fattori che possano portare a un rallentamento dei lavori.”

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts
Leggi di più

Valter Muchetti: “E’ necessario un impegno comune e trasversale per uno sviluppo economico all’insegna della sostenibilità e del rinnovamento del nostro patrimonio immobiliare”

In occasione del Think Tank del 24 settembre, l’Assessore alla Rigenerazione Urbana, Commercio, Valorizzazione, Patrimonio Immobiliare del Comune…