Francesca De Sanctis: “Agevolare gli investimenti e semplificare le procedure per aiutare le imprese”

In occasione del Think Tank del 15 ottobre 2020 promosso da Re Mind Filiera Immobiliare, Francesa De Sanctis, A.D. della De Sanctis Costruzioni S.P.A. , ha analizzato la situazione corrente del settore edilizio ed immobiliare.

Secondo la De Sanctis, in particolare:

“A livello generale, possiamo dire che molte delle procedure attuali previste il settore delle costruzioni non sono sempre veloci, essendo questo settore troppo attenzionato e che sconta quindi, già in partenza, un fattore di rischio più elevato. Questo comporta di conseguenza, per le imprese che danno richiesta di credito e strumenti finanziari, un iter assai complesso.

Vi è inoltre la questione del cosiddetto “split payment”, il quale drena molta liquidità alle imprese stesse e di cui avremmo voluto, in occasione delle misure messe in campo, l’abolizione.

L’invito che rivolgo in questo senso alle banche è quello di valutare le singole imprese e la solidità delle stesse, prescindendo quanto più possibile dal rischio del settore e cercando di evitare qualsiasi forma di penalizzazione per le attività imprenditoriali.

Sul versante invece degli strumenti posti in essere dal governo per agevolare gli investimenti, l’ecobonus si è rivelato essere sicuramente un’ottima iniziativa. Dovrebbe tuttavia essere semplificato nelle procedure di applicazione ed esteso anche al settore del turismo, al fine di riqualificare molte strutture ricettive presenti sul territorio che sono ormai obsolete.

Inoltre, vorrei ricordare ancora una volta la necessità dell’abolizione del rinomato emendamento dell’articolo 10 al Decreto Semplificazioni, che, come sappiamo, impedisce di intervenire sui fabbricati presenti all’interno delle zone omogenee A della città.

Per quanto riguarda infine le opere pubbliche annunciate dal governo, spero che i soldi promessi andranno ad incentivare gli investimenti e non verranno spesi invece, come troppo spesso abbiamo visto, in spese correnti.”

 

Total
25
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts