Barbara Casillo: “La rigenerazione immobiliare è un fattore cruciale per il binomio Turismo – Cultura nel nostro Paese”

In occasione del Think Tank del 3 novembre 2020, promosso da Re Mind Filiera Immobiliare in collaborazione con il Parlamento Europeo – Ufficio Italia, il Direttore Generale di Aica Barbara Casillo ha espresso le proprie considerazioni rispetto all’odierna situazione di crisi e sulle prospettive future del nostro Paese.

“Un dibattito positivo, un momento di luce in un periodo buio e difficile”, il giudizio del Direttore Generale riguardo al confronto promosso da Re Mind. Un confronto che si è rivelato essere fonte inesauribile di spunti e di riflessioni rispetto al futuro che ci attende.

Analizzando pertanto la situazione che caratterizza attualmente il settore turistico italiano e, nello specifico quello alberghiero, di sua competenza, Barbara Casillo ha affermato da parte di Aica uno sforzo costante nell’ “attivazione delle misure necessarie alla sopravvivenza, da una parte, delle imprese e associazioni impegnate in questo comparto, e, dall’altra, dell’immenso patrimonio culturale e artistico alla base dello stesso settore turistico e alberghiero”.

Al riguardo, nell’ottica di una ripresa futura, è fondamentale porre l’accento sugli investimenti che riguardano proprio “il binomio, inscindibile, Turismo – Cultura”.

Una cultura, che, in Italia, si fonda “sia sul patrimonio artistico e territoriale, che su quello più propriamente sociale”, e che si rivela essere “fonte ineliminabile di attrazione turistica nel contesto del mercato internazionale”.

In quest’ottica, “credo che tra le molte misure messe in campo in questo momento ve ne sia una in particolare di doppia rilevanza, quella, ovvero, finalizzata alla riqualificazione energetica ed estetica del nostro patrimonio immobiliare”, ha quindi constatato la Casillo.

Il tema della rigenerazione immobiliare è infatti fondamentale al fine di preservare e riqualificare “il volto delle nostre città, dei nostri borghi e delle nostre campagne”, elemento cruciale, appunto, per il già citato binomio turismo-cultura.

Dobbiamo investire nel nostro patrimonio storico-artistico, valorizzarlo, intervenendo sugli immobili caratterizzati da situazioni di criticità. In questo senso, le misure governative attuali, quali per esempio il “superbonus”, vanno in questa direzione.

Agendo infatti sul tessuto immobiliare, sul complesso artistico e culturale del nostro Paese, queste “potrebbero permettere, con uno scatto al livello di qualità, una ripartenza veloce dello stesso settore alberghiero e turistico”.

Un settore alberghiero, che, se incentivato di pari passo con il patrimonio immobiliare di riferimento può avere, secondo la Casillo, “un ritorno potentissimo in termini economici e occupazionali”.

Ripartire quindi dalla riqualificazione degli immobili, all’insegna della sostenibilità, per ridare nuova linfa vitale alla nostra arte, alla nostra storia, al nostro turismo, e, con essi, alla nostra stessa società e collettività.

“In quest’ottica, insieme all’agenzia del demanio abbiamo lavorato e continuiamo a lavorare per reindirizzare il turismo come strumento di recupero di un patrimonio immobiliare pubblico di altissima qualità, proprio per conferire un valore aggiunto al Paese nel suo complesso”.

È allora necessario, secondo questa chiave di lettura, puntare a “un turismo che faccia vivere tutto il territorio”, che contribuisca al benessere sociale ed economico, che dia certezze agli investitori e a tutti quei turisti che ogni anno scelgono di visitate l’Italia.  

In una prospettiva futura e olistica, resta assolutamente centrale, per il Direttore Generale di Aica, indirizzare risorse nella filiera immobiliare, eliminare quei limiti che ancora permangono e che precludono un utilizzo a pieno titolo dei mezzi legislativi e finanziari messi a disposizione e, infine, debellare con decisione ogni possibile rischio di speculazione e di infiltrazioni mafiose nelle iniziative riguardanti l’edilizia”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts