Gianfrancesco Rizzuti: “La finanza deve dedicarsi alla crescita e alla sviluppo sostenibile”

“Ringrazio il Presidente Crisafi, Carlo Corazza e il Presidente della Giuria Franco Mencarelli. Mi fa veramente piacere ricevere questo importante riconoscimento e in particolare per tre ragioni principali.

La prima ragione è l’autorevolezza dei proponenti. La seconda risiede nel fatto che mi è stato riconosciuto a mia totale insaputa, regalandomi una bellissima sorpresa. L’ultima, invece, ha a che fare con le motivazioni. Credo siate d’accordo con me infatti sul fatto che, come non ci possono essere relazioni senza umanità, non può esistere neanche una comunicazione senza umanità.

La finanza è abituata a gestire rapporti freddi, ma una finanza senza cuore ha fatto ormai il suo tempo. Fortunatamente, la finanza italiana, il mondo che io rappresento, è stata fuori da molte problematiche degli ultimi anni.

È importante, tuttavia, mantenere sempre un contatto con la realtà. La finanza non è se non è finanza per la crescita e per la sostenibilità. Ben vengono quindi iniziative come questa, capaci di coniugare competenza, umanità e prospettive per il futuro, l’elemento più importante in questo difficile momento storico.

Per quanto riguarda il delicato tema degli investimenti nazionali, ritengo che ci debba essere assolutamente un numero maggiore di investimenti, all’insegna però, di una durata che non può essere “corto-termica”, ma che deve essere di medio-lungo termine.

So che Re Mind Filiera Immobiliare è molto impegnata sotto questo aspetto, e so anche che il Parlamento Europeo in Italia è al momento fortemente impegnato nell’attuazione e nella comunicazione dei piani dei NextGenerationEU.

Fatemelo dire, sono veramente contento nel vedere questa grande importanza conferita alle future generazioni, pensiamo più a loro e all’Europa che gli lasceremo.”

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts