Massimo Garavaglia al Think Tank Remind “Politiche Industriali in Armonia con il Creato”

Al Think Tank Remind “Politiche Industriali per lo Sviluppo e la Messa in Sicurezza dei Territori e delle Città per il Benessere delle Persone in Armonia con il Creato”, è intervenuto Massimo Garavaglia (Ministro del Turismo) che ha affermato:

“Proprio oggi si è tenuta una cabina di regia su come gestire la cabina per il Recovery e devo dire che l’organizzazione è semplicissima: da una parte Palazzo Chigi e dall’altra due comitati ministeriali, uno per il digitale e uno per la transizione ecologica. Recentemente, inoltre, si è tenuto a Roma il G20 del Turismo, da cui sono uscite 7 linee guida concrete (mobilità sicura, gestione della crisi nel turismo, resilienza, inclusività della società e nella società del turismo, transizione verde e digitale) che, insieme ai 10 comandamenti della Laudato Sì promossi da Remind, indicano la direzione di cambiamento verso cui il mondo intero si sta muovendo. Un cambiamento a cui ognuno, nella propria area di competenza, può dare un importante contributo. Da questo punto di vista, ritengo che il turismo possa e debba essere un settore di fondamentale rilevanza.

A tal riguardo, per quanto concerne l’immediato, sicuramente, la nostra principale preoccupazione è quella di far tornare i flussi turistici. Al contempo, tuttavia, il nostro impegno è verso un cambiamento delle stesse modalità di turismo nel nostro Paese, per avere una fruizione turistica completa che tenga conto, da una parte, dell’etica, dell’arte e, per chi è credente, della religione e, dall’altra, dell’integrazione tra le grandi città, i grandi attrattori e le realtà locali.

Dobbiamo puntare in questo senso non più a un turismo del “mordi e fuggi”, ma a un turismo più lento, sostenibile e riflessivo, che si fondi sulla qualità e non sulla quantità, che sviluppi in sè i fondamentali concetti di resilienza e di inclusività e che valorizzi la cultura e il territorio italiano.”

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts