Giulio Gravina (Co-Fondatore Gruppo ITALPOL) all’Assemblea pubblica Re Mind Campioni d’Italia

All’Assemblea Pubblica Re Mind “Campioni d’Italia – Le Buone Pratiche Pubbliche e Private per il Rilancio del Paese”, promossa dal presidente di Re Mind Paolo Crisafi, è intervenuto Giulio Gravina (Co-Fondatore Gruppo ITALPOL) che ha così dichiarato:

“Buongiorno a tutti, sono Giulio Gravina, uno dei Co-Fondatori della ITALPOL Vigilanza.

Quest’azienda nasce da mio padre negli anni ’70. Egli era un poliziotto ed ha avuto il coraggio di lasciare la pubblica amministrazione e di mettersi in proprio. Amava molto le investigazioni e negli anni ’90, con l’avvento dei figli, quest’azienda ha incominciato ad ingrandirsi passando dall’investigazione alla vigilanza e oggi è la prima azienda nella regione Lazio, già da oltre 15 anni, ed è anche una delle prime 4 aziende italiane con oltre 3000 dipendenti.

Sono 5 anni che purtroppo è morto il papa. Nonostante i tempi complicati si sta tutti i giorni a lottare e l’azienda negli ultimi 5 anni si è anche ingrandita notevolmente di un 30%-35%.

E’ chiaro che il covid ha creato una contrazione anche nel nostro settore. Essendo noi leader nell’abito aeroportuale, abbiamo subito un calo di fatturato del 10%, che potrebbero sembrare poco, ma avendo costi di gestione molto alti e marginalità ridotte, hanno notevolmente ridotto l’utile dell’azienda.

Nonostante questo il nostro settore è molto in evoluzione. Io credo molto nell’abbinamento tra il prodotto umano e la tecnologia, quindi noi stiamo investendo molto sul nostro personale in certificazione, affinché i nostri operatori possano diventare sempre più professionali e poter offrire vastità di servizi al mercato ovviamente sempre riferito all’aspetto sicurezza. La tecnologia è un supporto e un aiuto molto valido, come l’adozione dei droni che nel nostro settore porterà dei grossi cambiamenti in molte realtà come, ad esempio, quella dei cantieri.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts