Alessandro Sorgia (Cagliari) al Gran Tour Re Mind

 

Al “Gran Tour Re Mind, Politiche Culturali e Turistiche per la Conoscenza e lo Sviluppo Economico dei Territori”, promosso dal Presidente di Re Mind Paolo Crisafi , è intervenuto Alessandro Sorgia (Sindaco di Cagliari) si è così espresso:

“Il tema proposta da questo interessante webinar si è coniugato benissimo con le deleghe a me conferite dal Sindaco di Cagliari circa un anno fa ,ossia attività produttive turismo e promozione del territorio .

Un termine molto sentito oggi ,ossia il Turismo sostenibile che può essere così definito come quella forma di turismo che soddisfa i bisogni dei viaggiatori e delle regioni ospitanti però allo stesso modo protegge e migliora le opportunità per il futuro.

A questo si può implementare un turismo integrato a 360 gradi, secondo le varie sfaccettature, tenendo in grande considerazione il cosiddetto   turismo esperienziale, che è molto ricercato dal turista .

Un turismo che è rispettoso dell’ambiente ,interesse socio culturale che l’intero viaggio si sfoga nel rispetto ma anche nell’interesse della popolazione che ospita il turista.

Un turista che si reca in un luogo dove predilige strutture ricettive che usano personale locale che non dev’essere sottopagato e in generale presso aziende locali così da migliorare realmente l’economia della città che viene visitata dal turista .

Se da uno studio dell’Università di Bergamo di qualche anno fa ,è emerso che il 70% dei turisti italiani sceglie le destinazioni delle proprie vacanze in base ai cibi da consumare, ecco che allora il turismo enogaatronomico assume una posizione di fondamentale importanza.

Sulla base di questo percorso virtuoso potremo domandarci perché spesso e volentieri i prodotti locali non decollano nonostante l’eccellenza raggiunta nella loro qualità in tantissimi casi.

Si potrebbe e dovrebbe a mio parere arrivare alla costruzione di un unico marchio di qualità riconosciuto non solo in Italia anche nel mondo.

Parliamo inoltre di turismo culturale: sarebbe bello puntare sulle bellezze di tutta Italia   creando dei tour con un’azione sinergica tra le varie città e regioni per dare una spinta in più al turista che arriva dall’estero ma anche da diverse parti d’Italia.

Dobbiamo puntare anche sulla destagionalizzazione avvantaggiati dal clima che assiste fortunatamente la Sardegna per quasi 12 mesi all’anno

Si aprono altri scenari come il turismo sportivo, coinvolgendo il mare, le coste ma non solo: si possono organizzare eventi sportivi per diversi mesi dell’anno.

Senza dimenticare, per quanto ci riguarda, che Luna Rossa ha scelto il golfo di Cagliari come base dei propri allenamenti e anche la nazionale di vela che parteciperà alle prossime Olimpiadi di Tokyo ha scelto la città di Cagliari per i suoi allenamenti pre-olimpici e la cui responsabile Alessandra Sensini plurimedagliata nel windsurf alle Olimpiadi dei campionati mondiali ed europei, che ho avuto modo di conoscere, si è mostrata entusiasta della nostra città .

Parliamo di un turismo e di un’intera filiera devastata dal Covid-19  più di altri.

Bisogna ripartire tutti insieme con la speranza che i vaccini facciano il loro corso: gli arrivi consistenti da parte dei turisti nel mese di giugno e quelli dei primi giorni di luglio ci rendono ottimisti e ci fanno ben sperare per l’immediato futuro”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts