Leonardo Massa (Country Manager Italia MSC Crociere) all’Assemblea pubblica Re Mind Campioni d’Italia

All’Assemblea pubblica Re Mind “Campioni d’Italia – Le Buone Pratiche Pubbliche e Private per il Rilancio del Paese”, promossa dal presidente di Re Mind Paolo Crisafi, è intervenuto Leonardo Massa (Country Manager Italia MSC Crociere) che ha così dichiarato:

“Oggi è un giorno speciale per noi di MSC, in quanto qui a Monfalcone stiamo prendendo in consegna la MSC Seashore, che è la nave da crociera più grande mai costruita in Italia, quindi una vera e propria eccellenza, una nave straordinaria, modernissima, bellissima e siamo orgogliosi che in un momento comunque di difficoltà per l’industria del Turismo, si possa dare un segnale di grande positività per il futuro.

Io mi occupo nello specifico del settore crociere e sono il country manager per l’Italia, ma fa parte del gruppo anche la parte cargo, per il trasporto delle merci, dove di fatto MSC cargo è diventato il primo operatore al mondo.

MSC Seashore è la nostra 19esima nave, ma abbiamo un piano di espansione, siamo ad oggi il terzo operatore al mondo nell’industria delle crociere. Siamo a tutti gli effetti un’azienda che fa dell’italianità un aspetto distintivo di cui siamo orgogliosi, un’azienda basata su valori familiari perché è una famiglia che la gestisce, 50 anni fa il nostro fondatore ha cominciato proprio con il trasporto delle merci e oggi il suo nucleo famigliare è il centro di questa azienda, i valori quindi dell’italianità e della famiglia come elemento centrale sono assolutamente valori che fanno emergere e distinguere la nostra azienda nel panorama crocieristico e nel trasporto dei container.

Esattamente quasi un anno fa, nell’agosto del 2020, siamo stati la prima azienda al mondo nelle crociere a ripartire con un protocollo che nel corso delle settimane e dei mesi è diventato proprio una best practice a livello internazionale dimostrando una cura maniacale per i nostri passeggeri e per l’equipaggio inserendo tra le altre contact tracing, distanziamento sociale controllato, alcune tecnologie sofisticate per il filtraggio dell’aria condizionata e misure di igienizzazione straordinarie una volta a bordo. Era il 16 agosto del 2020 quando da Genova siamo partiti con la Grandiosa facendo in 7 ore quasi 2.000 tamponi al porto di Genova in questa social bubble che poi, grazie al protocollo anche i cambiamenti a cui la pandemia ci ha sottoposto ci ha permesso di diventare sempre più sofisticati e ci ha permesso di migliorare tanto che ad oggi abbiamo avuto come ospiti sulle nostre navi quasi 100.000 persone, con navi che non solo solcano il Mediterraneo ma anche il Nord Europa.

In conclusione ci terrei a salutare il Ministro Garavaglia che ho avuto il piacere di conoscere in una delle sue prime uscite pubbliche a bordo di una delle nostre navi in cui ha potuto verificare l’efficacia del protocollo, e vorrei ringraziarlo per il lavoro che sta facendo, portando avanti con ottimismo un impegno importante per il turismo italiano, sia l’incoming che l’outgoing, ma soprattutto per la sua dedizione alla causa facendo capire a tutti quanto l’industria del turismo possa essere un elemento propulsivo per il nostro Paese, in grado non solo di generare nuovi posti di lavoro, ma anche appunto far aumentare questa consapevolezza della centralità del turismo affinchè, con tutto l’indotto che genera, possa diventare un elemento centrale all’interno delle politiche scelte dal governo”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts