Monica Cembrola al Simposio Remind “Scenari Economici e Politici per l’Italia – Oltre la crisi: cultura, economia e Istituzioni a confronto”

Al Simposio Remind “Scenari Economici e Politici per l’Italia – Oltre la crisi: cultura, economia e Istituzioni a confronto” è intervenuta Monica Cembrola (Presidente Monica Cembrola for art foundation) che ha così dichiarato:

“Partecipo con piacere a questo importante incontro Remind. Negli ultimi mesi lo scoppio della pandemia COVID-19 ha determinato cambiamenti radicali nella nostra società e in tutti i settori dell’economia.

Durante il lockdown, l’arte si è dimostrata in grado non solo di consolidare ma di generare ex novo un grande e costante interesse da parte una fetta sempre più ampia della società, che per diverse ragioni “consuma la cultura come mezzo per il proprio benessere”, evidenziando come la pandemia abbia messo in risalto la “necessaria ricerca della bellezza” insita nell’essere umano.

L’arte e la cultura, nel periodo del lockdown, sono divenuti il massimo simbolo della libertà, rappresentando in molti casi un aiuto e una zona di comfort.

La tecnologia si è rivelata di fondamentale importanza per poter fruire di arte e di cultura, e potrà esserlo sempre più anche in futuro. Oggi, dopo essere tornati a sperimentare le cose dal vero, che siano un’opera d’arte, un panorama, o una scultura in una piazza, ci rendiamo conto di “quanto l’umano abbia bisogno, con più consapevolezza, di bellezza”.

In conclusione, risulta essenziale ora comprendere quali siano i cambiamenti da implementare nel breve periodo per favorire lo sviluppo di strategie efficaci in un’ottica di lungo periodo, al fine di rendere più sostenibile e duratura la gestione delle molteplici realtà che operano nel settore artistico- culturale. Soltanto così sarà possibile favorire non solo il ritorno ai livelli pre- COVID-19, bensì a un ulteriore sviluppo di queste realtà, in un momento storico di grande incertezza socio-economica, in cui tuttavia arte e cultura continuano a rappresentare porti sicuri per tutti.

Perciò durante questa interessante iniziativa Remind che mette insieme Cultura – Economia e Istituzioni per raccogliere idee per andare Oltre la Crisi ritengo importante che vengano attivate azioni per democratizzare l’arte e renderla fruibile negli spazi pubblici e privati”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts